Per quali sport serve il certificato medico sportivo

Per quali sport serve il certificato

Se hai deciso di riprendere o iniziare l'attività fisica probabilmente ti è stato richiesto il certificato medico sportivo. Vediamo dunque quando il certificato medico è obbligatorio e quando no. Non per tutti gli sport è necessario e non per tutte le attività, è importante capire le differenze tra certificato medico sportivo per attività sportive agonistiche e non agonistiche, per quali sport è sufficiente un certificato con visita di tipo A, cioè senza l’elettrocardiogramma durante e dopo lo sforzo e invece per quali è necessario il certificato con visita di tipo B, con ecg durante e dopo lo sforzo.

Per quali sport, praticati a livello non agonistico, serve il certificato medico sportivo?

Il certificato medico sportivo per attività non agonistica è necessario per tutti i tesserati che svolgono attività organizzate dal Coni, da società e associazioni sportive affiliate alle Federazioni Sportive, Enti di promozione o Discipline Sportive di tutti gli sport praticati a livello non agonistico, ad eccezione degli sport con nessuno o scarso impegno cardiovascolare, riportati qui di seguito.

Per quali sport, praticati a livello non agonistico, non serve il certificato medico sportivo?

Sono esentati dal certificato medico i tesserati che svolgono attività sportive non agonistiche con ridotto impegno cardiovascolare. Si tratta dei seguenti sport:

  • gli sport di tiro (tiro a segno, tiro a volo, tiro con l'arco, tiro dinamico sportivo
  • il biliardo sportivo,
  • le bocce (ad eccezione della specialità volo di tiro veloce),
  • il bowling,
  • il bridge,
  • la dama,
  • i giochi e gli sport tradizionali (regolamentati dalla FIGEST) come il tiro alla fune, il calcio storico fiorentino, le freccette, ecc.
  • il golf,
  • la pesca sportiva di superficie (ad eccezione della pesca d'altura),
  • gli scacchi,
  • il curling
  • l'aeromodellismo,
  • le imbarcazioni radiocomandate,
  • l'attività sportiva cinotecnica.

Per quali sport, praticati a livello agonistico, è sufficiente il certificato medico sportivo con visita di tipo A, cioè senza l’elettrocardiogramma durante e dopo lo sforzo?

Per alcuni sport – la minoranza – è sufficiente la visita di tipo A e il certificato ha validità biennale. Ecco l'elenco completo:

  • Automobilismo
  • badminton (certificato con validità biennale)
  • bocce (certificato con validità biennale)
  • curling (certificato con validità biennale)
  • golf (certificato con validità biennale)
  • karting (certificato con validità biennale)
  • motociclismo
  • motonautica
  • slittino
  • tamburello (certificato con validità biennale)
  • tennistavolo (certificato con validità biennale)
  • tiro con l’arco (certificato con validità biennale)
  • tiro a segno
  • tiro a volo
  • tuffi

Per quali sport, praticati a livello agonistico, è necessario il certificato medico sportivo con visita di tipo B, con ecg durante e dopo lo sforzo?

Per quasi tutti gli sport è necessaria la visita di tipo B e il certificato ha sempre validità annuale. Ecco l'elenco completo:

  • atletica leggera
  • baseball e softball
  • biathlon
  • calcio
  • canoa
  • canottaggio
  • ciclismo
  • ginnastica
  • hockey e pattinaggio a rotelle
  • hockey su prato
  • karate e judo
  • ippica
  • lotta
  • nuoto
  • pallacanestro
  • pallamano
  • pallanuoto
  • pallavolo
  • pentathlon moderno
  • pugilato
  • rugby
  • scherma
  • sci alpino e sci di fondo
  • sci nautico
  • sollevamento pesi
  • sport del ghiaccio
  • sport subacquei
  • tennis
  • vela